Persone politicamente attive le più favorevoli alla decisione preliminare da parte delle casse malati

SVG 

La richiesta di disporre della libera scelta del medico e degli ospedali è presente nella chiara maggioranza dei casi sia tra le persone non politicamente attive sia tra quelle politicamente molto attive. Ciò nonostante vi sono differenze nell'intensità della richiesta. Le persone che si esprimono in modo più marcato a favore della libera scelta del medico e dell'ospedale sono quelle che secondo le proprie indicazioni partecipano a cinque votazioni federali su dieci (il 93%). Pure il 90 per cento di coloro che in media partecipano da una a quattro volte alle votazioni federali approva la libera scelta del medico e dell'ospedale.

Chi non partecipa mai (l'83%) o in media a da sei a nove su dieci votazioni (l'84%) approva sempre ancora molto nettamente la libera scelta del medico e dell'ospedale, ma meno marcatamente rispetto ai gruppi di confronto. Con il 76 per cento gli elettori che partecipano a ogni votazione federale sono quelli che si esprimono meno distintamente a favore della libera scelte del medico e dell'ospedale. Quasi un quarto di quest'ultimo gruppo riuscirebbe pure a immaginarsi una decisione preliminare da parte delle casse malati.