Prestazioni ospedaliere ambulatoriali acquisiscono maggiore importanza

TIFF 

Nel 2015 gli ospedali e le cliniche hanno fornito prestazioni ambulatoriali del valore di CHF 5,7 miliardi e prestazioni stazionarie del valore di CHF 17,8 miliardi. Espresso in quote parti: circa tre quinti di tutte le prestazioni stazionarie e un quarto di tutte quelle ambulatoriali vengono fornite dagli ospedali.

Oltre a ospedali e cliniche pure altre istituzioni erano responsabili della fornitura di prestazioni stazionarie, del valore di CHF 12,9 miliardi: istituzioni delle cure per lungodegenti, Istituzioni per persone handicappate, istituzioni per tossicomani come pure istituzioni per persone con problemi psicosociali. Il totale dei trattamenti stazionari forniti complessivamente da ospedali, cliniche e istituti di cura nel 2015 ammontava a CHF 30,6 miliardi, rappresentando così il 39,3% delle spese dell'intero sistema sanitario (CHF 77,8 miliardi).

Nel 2015 il totale delle prestazioni ambulatoriali ammontava a CHF 24,5 miliardi. La loro quota parte è aumentata nel corso degli anni, dal 27,6% nel 1996 al 31,5% nel 2015. Tale aumento è da ascrivere soprattutto alle prestazioni ospedaliere ambulatoriali, la cui quota parte è passata dal 3,6% all'7,2%. La quota parte degli altri fornitori di prestazioni ambulatoriali è infine risultata praticamente invariata al 24% circa.

I costi amministrativi delle assicurazioni malattie (LAMal e LCA) nei passati 19 anni ha sempre rappresentato fra il 3% e il 4% dei costi della sanità.

Nel 2015 l'UST ha modificato il proprio metodo di calcolo riferito alle spese per la sanità, ciò che spiega in gran parte la forte modifica percentuale del totale. Già con il vecchio metodo di calcolo la quota parte delle prestazioni stazionarie – in particolare degli ospedali – era tendenzialmente in diminuzione.

si veda anche

Intero settore: Quote parti PIL

Intero settore: Spese nominali secondo il tipo di prestazione