Tendenza verso un'offerta più ampia anche nelle regioni periferiche

SVG  PNG  JPG

Nel 2015 la maggioranza degli elettori tendeva a chiedere una maggiore concentrazione di ospedali e cliniche nei centri. Da allora la tendenza va verso un'offerta medico-sanitaria più ampia anche nelle regioni periferiche. Nel 2018 circa i due terzi (il 67%, valori da 4 a 6, +6) tendono in questa direzione, un terzo (il 33%, valori da 1 a 3, −5) chiede una maggiore concentrazione. Il valore medio si situa a 4.1 (+0.2).

Le differenze tra i gruppi socio-demografici sono relativamente esigue: le persone con un grado di formazione più basso, con un reddito più basso, che vivono nella Svizzera francofona, che sono vicine al PPD (ogni categoria 4.4), che non sono legate a un partito o hanno tra 60 e 69 anni (4.3 cad.) tendono in modo leggermente maggiore verso un'offerta ampia nelle regioni periferiche. Le persone di età compresa tra i 30 e i 39 anni e i simpatizzanti dell'UDC (3.9 cad.) tendono leggermente verso una maggiore concentrazione nei centri.