Peggioramento generalizzato nella percezione della qualità

SVG 

In tutte le parti della Svizzera e in tutti i sottogruppi si è evidenziato uno spostamento nella percezione della qualità: l'effetto infatti si constata sia nella Svizzera germanofona (il 26% «molto buona», −34), sia in quella francofona (il 16%, −12) sia nella Svizzera di lingua italiana (il 19%, −28). Gli interpellati provenienti dalla Svizzera italofona sono l'unico sottogruppo in cui più del 5 per cento valuterebbe la qualità del sistema ospedaliero come cattivo (il 14% «molto cattiva» e «abbastanza cattiva»).

Gli altri sottogruppi si ripartiscono dunque soprattutto sulle quote parti «molto buona» e «abbastanza buona»: le persone di età superiore ai 70 anni (il 33%) e le persone con un reddito molto basso dell'economia domestica (il 35%) valutano il sistema ospedaliero come «molto buono», con una quota superiore alla media. Con il 50 per cento, unicamente le persone non legate a un partito politico fanno segnare un valore ancora più elevato.