Gli ospedali fanno sempre ancora parte dei protagonisti più credibili

SVG  PNG  JPG

Gli elettori continuano ad attribuire un'elevata credibilità agli ospedali e alle cliniche. Con un valore medio di 7.1 (−0.2) su una scala tra 0 e 10 essi continuano a far parte dei protagonisti più credibili nella politica sanitaria. Come già negli anni precedenti, solamente i medici (7.7, ±0.0) godono di una credibilità maggiore.

Nella Svizzera di lingua italiana sia i medici (10.0) sia gli ospedali e le cliniche (9.1) sono i più credibili. Nella Svizzera tedesca i valori medi si situano leggermente al di sotto della media nazionale (rispettivamente 7.5 e 6.8). Nella Svizzera francofona il valore attribuito alla credibilità di ospedali e cliniche è superiore alla media (7.6). Tra le persone di età superiore ai 70 anni sia la credibilità dei medici (8.0) sia quella di ospedali e cliniche (7.4) registrano valori superiori alla media. I valori di credibilità superiori alla media per ospedali e cliniche si trovano inoltre tra i simpatizzanti del PLR (7.4) e tra le persone con un livello di formazione elevato (7.3).

La credibilità delle casse malati (6.3, +0.4) e delle «persone comuni come me e Lei» (5.8, +0.8) nel 2018 è leggermente aumentata, dopo un calo marcato della credibilità registrato l'anno scorso per entrambe le categorie. Anche nel 2018 esse si posizionano dopo gli ospedali e le cliniche. I valori più elevati di credibilità delle casse malati si registrano nella Svizzera di lingua italiana (8.0). Anche tra le persone di età superiore ai 70 anni (6.7), quelle con un reddito elevato dell'economia domestica o che si situano politicamente a destra del centro (6.6 cad.) la credibilità delle casse malati è superiore alla media. La credibilità superiore alla media di «persone comuni come me e Lei» è attribuita da persone provenienti dalla Svizzera tedesca, di età superiore ai 70 anni (6.3 cad.) e in grandi agglomerati, con un reddito dell'economia domestica superiore ai CHF 9'000 e simpatizzanti dell'UDC (6.1 cad.).