Maggiore richiesta di un'offerta regionale – Gli interpellati differenziano di più nell'offerta di prossimità

È ulteriormente aumentato il desiderio di disporre di un'offerta ampia anche nelle regioni periferiche. Gli interpellati differenziano ancora maggiormente quali offerte desiderano avere a disposizione nelle vicinanze e quali no. La qualità rimane il criterio più importante e la prossimità quello meno importante per la scelta dell'ospedale o della clinica.

Gli elettori desiderano con sempre maggior frequenza di disporre di un'ampia offerta di ospedali anche nelle regioni periferiche. La tendenza degli anni scorsi perdura. Gli interpellati differenziano tra quali prestazioni devono essere offerte nelle vicinanze e quali no. Senza ombra di dubbio, per le urgenze deve essere disponibile un'offerta a breve distanza. Anche per i trattamenti ricorrenti settimanalmente e per i parti sono richieste offerte nelle vicinanze, nel 2019 però meno chiaramente rispetto all'anno precedente. Per gli interventi chirurgici specializzati una tantum le persone interpellate accettano dei tragitti più lunghi.

Rispetto all'anno precedente, meno elettori approvano l'affermazione secondo cui la qualità in un ospedale o in una clinica è più importante della prossimità di questi ultimi. Per quanto riguarda la decisione a favore o contro un'istituzione, la qualità rimane però il criterio più importante, la prossimità all'ambiente personale quello meno importante.