Sempre più spesso scelto anche il criterio dei costi

SVG 

Se ci fosse una limitazione delle autorizzazioni, il criterio più scelto dagli elettori sarebbe ancora la qualità degli studi medici (l'84%, +3), sempre più spesso però anche i costi di questi ultimi (il 80%, +7) e il numero di studi medici già esistenti (il 74%, +7).

Nella Svizzera francofona la qualità degli studi medici quale criterio per la decisione è approvata da quasi tutti gli interpellati (il 97%). Anche nei gruppi di età 30-39 anni e 60-69 anni (il 94% ciascuno) e nelle regioni rurali, tra i simpatizzanti del PPD e le persone con un reddito dell'economia domestica tra i 7'000 e i 9'000 franchi (il 92% ciascuno) almeno nove interpellati su dieci sono d'accordo con il criterio della qualità.

Per quanto riguarda i costi ciò vale pure per le persone francofone (il 96%), le persone vicine al PPD (il 93%) e per i gruppi di età 30-39 (il 90%) e 60-69 anni (il 92%).

Quote superiori alla media di persone che vivono in zone rurali (l'80%) e di simpatizzanti del PLR (il 79%) considerano la quantità di studi medici un criterio utile per una limitazione di questi ultimi.