La qualità rimane il criterio più importante

SVG  PNG  JPG

Se ci fosse una limitazione delle autorizzazioni, gli elettori sceglierebbero quale criterio in primo luogo la qualità degli studi medici (l'81% «molto d'accordo» oppure «abbastanza d'accordo» +1), con sempre maggiore frequenza però anche i costi di questi ultimi (il 73%, +5). Per i due terzi (il 66%, −2) anche il numero di studi medici già esistenti costituirebbe un criterio rilevante.

Tra le persone con un livello basso di formazione, un numero di persone inferiore alla media considera la qualità (il 60%) e i costi (il 62%) quale criterio decisionale. La qualità (il 98%) e i costi (il 97%) rivestono invece un'importanza superiore alla media tra le persone nella Svizzera francofona. Ciò vale pure per le persone interpellate provenienti da regioni rurali (l'89% rispettivamente l'81%) come pure tendenzialmente per persone che si situano politicamente a destra rispetto al centro (l'86% risp. il 78%).