La limitazione delle autorizzazioni incontra sempre più scetticismo

SVG  PNG  JPG

L'atteggiamento critico in merito alla limitazione delle autorizzazioni di nuovi studi medici è aumentato: con il 54 per cento (+6) ora oltre la metà delle persone interpellate è «molto contrario» oppure «piuttosto contrario». Il numero dei fautori di una limitazione delle autorizzazioni è praticamente invariato (il 38 %, +2).

La formazione di opinioni è leggermente aumentata rispetto al 2017, visto che la quota parte di elettori che non esprime la propria opinione in merito è calata (l'8%, −8). Nel 2018 solamente il 21 per cento (±0) ha però un'opinione consolidata in merito («molto a favore» oppure «molto contrario»).

Nella Svizzera di lingua italiana oltre la metà degli interpellati riuscirebbero ad abituarsi a una limitazione delle autorizzazioni (il 59% «molto a favore» o «piuttosto a favore»). La metà (il 50%) delle persone che nel corso degli ultimi dodici mesi non sono state sottoposte a trattamenti o controlli è favorevole. L'approvazione superiore alla media, ma situata poco sotto il 50 per cento, proviene dalle persone con una formazione di alto livello (il 47%). All'interno dei gruppi politici, l'approvazione più elevata si registra nell'UDC, con il 45 per cento.