Gestione politica dei costi con una maggioranza scarsa

SVG 

Una maggioranza scarsa degli elettori (il 52%) è favorevole alla gestione politica dei costi nel sistema sanitario. Nel corso di quest'anno, il consenso in merito è però calato di 14 punti percentuali, mentre l'opinione secondo cui lo sviluppo dei costi andrebbe affidato al mercato (il 39%) si è rafforzata della medesima percentuale.

Nella Svizzera francofona (il 71% «gestione politica») la richiesta di una gestione politica è nettamente più diffusa che nella svizzera di lingua tedesca (il 47%) e in quella di lingua italiana (il 44%).

La gestione politica è tanto più accettata, quanto è più elevato il reddito dell'economia domestica: gli interpellati che guadagnano più di 7'000 fino a 9'000 franchi (il 59%) oppure più di 9'000 franchi (il 58%) approvano più facilmente una gestione politica che quelli che guadagnano solamente fino a 3'000 franchi (il 29%) oppure tra 3'000 e 5'000 franchi (il 42%).

Nei quattro maggiori partiti una maggioranza degli interpellati è favorevole alla gestione politica; l'approvazione maggiore proviene dai simpatizzanti del PPD (il 63%). Seguono il PS e il PLR (il 58% ciascuno) e l'UDC (il 53%). Tra le persone non legate a un partito politico, il 46 per cento lascerebbe al mercato l'evoluzione dei costi, mentre il 36 per cento desidera una gestione politica.