La qualità giustifica sempre più i costi elevati della sanità

SVG  PNG  JPG

L'onere finanziario dovuto ai costi sanitari percepito dalle persone con reddito medio rimane elevato (l'88%, «molto d'accordo» oppure «abbastanza d'accordo»), registra però un leggero calo (−6). Tale sensazione è presente in modo chiaro in tutti i sottogruppi socio-demografici. L'approvazione è maggiore tra i simpatizzanti del PPD (il 99%) e nella categoria di età 30-39 anni (il 96%).

Il 73 per cento delle persone interpellate (+1) approva un finanziamento ospedaliero da parte delle casse malati. Rispetto all'anno precedente tale approvazione si è ancora spostata leggermente da un finanziamento statale (il 62%, −4) verso un finanziamento da parte delle casse malati (cfr. Costi del sistema sanitario 2). All'inizio della serie di inchieste il finanziamento da parte dello Stato era ancora nettamente più accettato.

Un numero superiore alla media di elettori provenienti dalla Svizzera di lingua italiana (l'85%) e tedesca (l'80%) e le persone con un reddito dell'economia domestica più esiguo (l'81%) chiedono un finanziamento da parte delle casse malati. Nella Svizzera francofona questa richiesta è espressa soltanto da una minoranza (il 46%).

Circa i due terzi degli interpellati (il 66%, +13) sono ora dell'opinione che la qualità elevata del sistema sanitario ne giustifichi i costi elevati. Nel 2014/15 si trattava di un'opinione minoritaria. Secondo un numero leggermente superiore alla media delle persone di età superiore ai 70 anni (il 73%), con un livello basso di formazione (il 76%), un reddito più basso (il 74%) e nella Svizzera tedesca (il 75%) la qualità è un motivo che giustifica i costi elevati.