Ancora molta fiducia nella raccomandazione del medico

SVG 

Come finora, gli elettori hanno molta fiducia nel fatto che i medici li inviano all'istituzione adeguata (l'88%, ±0), quota che si ritrova in modo chiaro anche in tutti i sottogruppi. Nella Svizzera di lingua italiana la fiducia è la più bassa (il 66%).

La necessità di informazioni da parte degli interpellati rimane elevata. Si «informano sempre con molta precisione» sul proprio medico e il proprio ospedale, la propria clinica (il 74% «molto pertinente» e «piuttosto pertinente», +2). In quasi tutti i sottogruppi analizzati, secondo le proprie indicazioni, una maggioranza s'informa, eccezion fatta per le persone non legate a un partito politico (il 33%). Anche le persone di età compresa tra i 18 e i 29 anni (il 52%) e le persone con un basso grado di formazione formale (il 55%) cercano meno spesso delle informazioni.

Oltre sui siti web ufficiali (il 51%, +3), le ricerche vengono effettuate con sempre maggior frequenza anche su siti web indipendenti (il 44%, +14). Le persone di età superiore ai 70 anni fanno più raramente uso di siti web ufficiali (il 17%) e di quelli indipendenti (il 9%) (cfr. «Canali d'informazione 2»).