Più avanza l'età, più le esperienze con gli ospedali sono positive

SVG 

È nuovamente stato confermato che le esperienze degli interpellati negli ospedali e nelle cliniche sono prevalentemente positive. Quasi i tre quarti (il 73%, −2) degli elettori con un'esperienza diretta o indiretta considerano la degenza in ospedale o in clinica «molto positiva» o «piuttosto positiva». La quota parte di esperienze molto positive è però in calo (il 20%, −10).

Soltanto il 6 per cento (−5) ha ricordi prevalentemente negativi dell'ultima degenza in ospedale, mentre per il 15 per cento (+3) l'esperienza non è stata né positiva né negativa.

Con l'avanzare dell'età, l'esperienza viene percepita in modo più positivo: nei gruppi di età 60-69 anni (l'81% «molto positivo» e «piuttosto positivo») e 70 anni e oltre (il 79%), la quota parte è più elevata rispetto a quello dei 18-29enni (il 63%) e dei 30-39enni (il 66%).

Nella Svizzera francofona (l'88%) la valutazione dell'esperienza con gli ospedali è più positiva che nella Svizzera tedesca (il 68%); nella Svizzera di lingua italiana è percepita in modo meno positivo (il 58%).