Esperienze prevalentemente positive, a parte per gli oltre 70 anni

SVG  PNG  JPG

Nel 2018 si conferma che le esperienze fatte negli ospedali e nelle cliniche sono prevalentemente positive. I tre quarti (il 75%, +5) degli elettori con un'esperienza diretta o indiretta considera la stessa molto o piuttosto positiva. Soltanto l'11 per cento (+4) ha ricordi prevalentemente negativi al proporio ultimo soggiorno in ospedale e in clinica, mentre per il 12 per cento (−3) l'esperienza non è stata né positiva né negativa.

Le cifre evidenziano che più è elevato il reddito dell'economia domestica, più aumentano le esperienze positive e diminuiscono quelle negative (CHF 3'000 a 5'000: il 66% «molto positiva» oppure «piuttosto positiva»; da CHF 9'000: il 83%).

Le cifre superiori alla media relative a esperienze negative si notano tra le persone con un livello di formazione basso (il 36%, «molto negativa» oppure «piuttosto negativa»), di età superiore ai 70 anni (il 23%) e quelle residenti nei grandi agglomerati (il 21%).