Circa un quinto degli interpellati l'anno scorso è stato in ospedale

SVG  PNG  JPG

Complessivamente l'83 per cento delle persone interpellate (+10) nel corso dell'anno precedente si sono recate in un istituto medico-sanitario. Le visite presso il medico di famiglia sono le più frequenti (il 72%, +8). Un terzo degli interpellati (il 33%, +11) ha consultato un medico specialista. Poco più di un quinto delle persone interpellate afferma di essersi recato in un ospedale o in una clinica (il 21%, +9).

Il 30 per cento (−5) indica di essersi recato dai medici di famiglia unicamente per controlli, il 9 per cento (−3) unicamente per una cura e il 33 per cento (+16) per entrambi. Nel 2018 è aumentato anche il numero di persone che si sono rivolte ai medici specialisti sia per un trattamento sia per un controllo (18%, +10). L'8 per cento (±0) vi si è recato unicamente per una cura e il 7 per cento (+1) soltanto per un controllo. Per quanto riguarda gli ospedali la situazione è simile: il 13 per cento (+10) afferma di essersi recato all'ospedale sia per un controllo sia per una cura. Il 5 per cento (−1) è stato in ospedale o in clinica unicamente per una cura, il 3 per cento (±0) unicamente per un controllo.

Sommando tutti gli istituti si può constatare che il 72 per cento della popolazione (+12) si è sottoposto a un esame di controllo e il 55 per cento (+15) a una cura. Il 17 per cento (−10) non si è né sottoposto a un esame di controllo né a una cura.

Si nota un effetto legato all'età: quanto più è anziana una persona, tanto più elevata è la probabilità che durante l'anno scorso sia stata degente presso un istituto medico-sanitario. Nella fascia di età tra i 18 e i 29 anni il 65 per cento si è recato in un istituto medico-sanitario. Tra le persone di età compresa tra i 40 e i 59 anni la percentuale era dell'82 per cento, tra quelle di età superiore ai 70 anni era il 96 per cento. L'effetto dell'età si nota in tutti gli istituti medico-sanitari. In tutti i gruppi di età le consultazioni presso il medico di famiglia sono nettamente i più frequenti e le visite presso ospedali o cliniche le più rare. La quota parte delle visite presso medici specialisti si situa nel mezzo.