• L'essenziale in breve: I costi sono sempre più importanti

    Si sta delineando una controtendenza alla mera focalizzazione sulla qualità. Anche se nel sistema sanitario la qualità è sempre ancora considerata molto importante, solamente una minoranza delle persone interpellate vede nell'elevata qualità una giustificazione per i costi elevati. La maggioranza degli aventi diritto di voto è soddisfatta della distribuzione attuale dei mezzi. La medicina pediatrica e geriatrica e gli ospedali regionali sono settori in cui, secondo gli interpellati, si dovrebbero aumentare i mezzi a disposizione. Un potenziale di risparmio è visto soprattutto nel settore dei medici.

    Soltanto una maggioranza scarsa degli elettori preferisce la gestione politica dell'incremento dei costi nel sistema sanitario. Rispetto all'anno precedente però, un numero maggiore di interpellati desidera affidare al mercato la decisione sull'incremento dei costi. Nel 2019 soltanto la metà degli interpellati vorrebbe far partecipare i Cantoni alla gestione politica. Un tetto massimo dei costi a livello cantonale è ora la soluzione meno richiesta.

    L'onere finanziario percepito dei costi sanitari rimane elevato.

    Nel 2019 il 44 per cento degli interpellati è favorevole, e un altro 44 per cento è contrario alla limitazione delle autorizzazioni di nuovi studi medici. Continuano a non essere consolidate le opinioni al riguardo. Principalmente dovranno essere i Cantoni o il mercato a decidere in merito, ma gli elettori vedono con occhio critico il ruolo dei Cantoni.

    Si nota uno spostamento evidente della valutazione della qualità degli ospedali da «molto buona» a «abbastanza buona». Come finora pochi interpellati constatano una cattiva qualità degli ospedali. La credibilità di tutti i protagonisti della politica sanitaria è diminuita.

    I tre quarti degli interpellati che nel corso degli ultimi dieci anni hanno fatto esperienze personali presso ospedali o cliniche, le valutano positivamente, mentre solamente il 6 per cento dà una valutazione negativa.

    Il bisogno di informazioni in merito a medici, ospedali e cliniche rimane elevato. Sempre più spesso le persone interpellate trovano l'informazione che cercavano. Solamente una minoranza sa meglio quale ospedale o clinica sarebbe più adatto/a. Quando si tratta del ricovero in un ospedale, gli elettori continuano a fidarsi quasi tutti del proprio medico.

    La libera scelta del medico e dell'ospedale continua a essere considerata un chiaro valore di base della politica sanitaria. Prosegue la tendenza dalla concentrazione degli ospedali nei centri verso un'offerta più ampia anche nelle regioni periferiche.

    Quando si tratta di scegliere un ospedale, la prossimità rimane però nettamente il criterio meno importante e la qualità quello più importante.

    Le offerte regionali sono richieste per le urgenze, i trattamenti ambulatoriali ricorrenti e i parti. I tragitti più lunghi sono considerati accettabili per i trattamenti stazionari di più settimane in psichiatria o per una riabilitazione e in caso di interventi chirurgici una tantum, in particolare specializzati.

  • Informazioni di fondo

    Rapporto tecnico

    I risultati del barometro di H+ degli ospedali e delle cliniche 2019 si basano su un'inchiesta rappresentativa effettuata da gfs.bern su mandato di H+ Gli Ospedali Svizzeri, su 1200 elettori provenienti da tutta la Svizzera. L'inchiesta è stata realizzata tra il 17 maggio e il 15 giugno 2019 con interviste faccia a faccia.

    La seguente visione d'insieme informa sui valori di riferimento tecnici di questa inchiesta:

    Mandante

    H+ Gli Ospedali Svizzeri

    Collettività

    Elettori svizzeri

    Regione in cui è stata effettuata l'inchiesta

    Tutta la Svizzera

    Origine degli indirizzi

    Acquisizione per strada

    Rilevamento dati

    Face-to-Face (CAPI)

    Periodo dell'inchiesta

    dal 17 maggio al 15 giugno 2019

    Giorno mediano dell'inchiesta

    5 giugno 2019

    Dimensione del campione

    minima 1200, effettiva 1200
    n DCH: 700, n FCH: 300, n ICH: 200

    Fascia di errore

    ± 2.9 punti percentuali per 50/50 (e probabilità del 95 per cento)

    Caratteristiche delle quote

    Età/sesso collegati

    Stratificazione secondo

    Regione linguistica/tipo di insediamento collegati

    Ponderazione secondo

    Regione linguistica/tipo di insediamento collegati, formazione, età/sesso collegati, Parteiaffinität

    Pubblicazione

    Pubblicata

    Errori di campionamento statistici scelti secondo la dimensione del campione e la distribuzione di base

    Dimensione del campione

    Tasso di errore della distribuzione di base

    50% a 50%

    20% a 80%

    N =       1200

    ± 2.9 punti percentuali

    ± 2.3 punti percentuali

    N =       1000

    ± 3.2 punti percentuali

    ± 2.5 punti percentuali

    N =        600

    ± 4.1 punti percentuali

    ± 3.3 punti percentuali

    N =        100

    ± 10.0 punti percentuali

    ± 8.1 punti percentuali

    N =          50

    ± 14.0 punti percentuali

    ± 11.5 punti percentuali

    Esempio di lettura: Con circa 1200 persone interpellate e un valore dimostrato del 50 per cento, il valore effettivo si situa tra il 50 per cento ± 2.9 punti percentuali, con un valore di base del 20 per cento tra il 20 per cento ± 2.3 punti percentuali. Nella ricerca tramite sondaggi si punta perlopiù a una misura di sicurezza del 95 per cento, vale a dire che si accetta una probabilità di errore del 5 per cento sul fatto che il rapporto statistico dimostrato non è presente in questo modo tra la popolazione.

  • Colophon

    ©H+ Gli Ospedali Svizzeri e gfs.berna

    Responsabilità generale
    Conrad Engler
    Responsabile dell'unità Politica
    T 031 335 11 50
    conrad.engler@hplus.ch

    Responsabilità tecnica
    Martina Greiter
    T 031 335 11 28
    martina.greiter@hplus.ch

    Webpublishing
    Tanja Bodenmann Grosso
    Responsabile tecnica Webpublishing
    T 031 335 11 60
    tanja.bodenmann@hplus.ch

    Analisi, valutazioni gfs.berna

    Responsabilità generale
    Urs Bieri
    Co-responsabile gfs.berna
    T 031 311 62 07
    urs.bieri@gfsbern.ch

    Direzione di progetto e rendiconto
    Jonas Philippe Kocher
    Responsabile di progetto
    T 031 318 20 02
    jonas.kocher@gfsbern.ch