Contatto

JürgWinkler
Responsabile tecnico
Politica del personale e della formazione
Telefono031 335 11 34

Disposizioni concernenti l’orario di lavoro

 

Revisione dell’Ordinanza 2 concernente la Legge sul lavoro
Il 1° gennaio 2010 è entrata in vigore l'Ordinanza 2 concernente la Legge sul lavoro (OLL 2) sottoposta a revisione, in cui il Consiglio federale ha inserito una nuova regolamentazione concernente il numero di giornate di lavoro consecutive, il lavoro notturno e il servizio di picchetto per il settore sanitario. Negli anni scorsi H+ si è impegnata intensamente e con successo a favore di uno speciale adattamento delle disposizioni di legge al settore sanitario, in particolare per quanto riguarda il servizio di picchetto.

Servizio di picchetto
Il lasso di tempo che intercorre tra la chiamata al lavoratore e l’arrivo del medesimo sul posto di lavoro deve essere di almeno 30 minuti. Se il tempo è più breve, il datore di lavoro deve concedere al lavoratore interessato un compenso sotto forma di tempo libero. Tale compenso tiene conto del tempo che il lavoratore mette a disposizione del datore di lavoro senza essere effettivamente impiegato, con un bonifico di tempo dell'ordine del 10% del servizio di picchetto inattivo.

Nel corso di trattative con le associazioni dei dipendenti durate diversi anni, H+ si è impegnata a favore di una soluzione in cui i lavoratori devono sottostare il meno possibile a limitazioni. Nel 2003 il seco aveva consigliato di considerare quale tempo di lavoro tutti i servizi di picchetto con durate di impiego inferiori ai 30 minuti. H+ è riuscita a dimostrare che tale regolamentazione non è né idonea né necessaria per il settore sanitario.

H+ consiglia ai datori di lavoro di sostituire con la nuova regolamentazione di legge tutti gli indennizzi e le compensazioni finora concessi. Così facendo le pretese dei lavoratori sono interamente indennizzate.

Lavoro notturno
Già negli scorsi anni, tramite un'autorizzazione globale, il seco aveva permesso a determinate condizioni agli ospedali e alle cliniche di effettuare turni di notte di 12 ore al massimo. Ora questa regolamentazione è stata codificata nell’Ordinanza 2 concernente la Legge sul lavoro.

Numero di giornate di lavoro consecutive
A determinate condizioni singoli lavoratori possono essere impiegati durante sette (o in taluni casi addirittura fino a undici) giornate consecutive. Come per il lavoro notturno in questo ambito è stata adottata la soluzione dei partner sociali.

 
Promemoria

Il seco ha redatto un promemoria per gli ospedali e le cliniche che stabilisce le definizioni, regola l'ambito di applicazione e illustra gli orari di lavoro e di riposo, in particolare anche il servizio di picchetto e la tutela della maternità.